Qual è la vostra cucina regionale italiana preferita?

Visto che riordino le idee per buttarvi in faccia un bell’elenco di post succosi, ora rompo le scatole a voi, con un bel quesito: avete una cucina regionale italiana che vi piace più delle altre? Perché? Scrivete tutto qui.

22 Responses to Qual è la vostra cucina regionale italiana preferita?

  1. Fiorella scrive:

    La mia è la pugliese, mi piacciono i sapori forti, forse perchè ce l ho nel sangue, mamma era pugliese, ma in fondo essendo una buona forchetta mi piacciono tutte, escludendo forse proprio la Lombardia, non trovo nulla di cosi tipico a parte 2 o 3 piatti….Buona giornata

  2. Anselmo scrive:

    Salve Tommaso, io vado matto per la Mantovana….
    Rustica ma deliziosa se fatta da mani esperte e tradizionali.
    A presto
    Anselmo

  3. Carlo scrive:

    Siciliana, siciliana e siciliana. non vorrei sembrare eccessivamente perentorio ma chiamato ad esprimere una preferenza non può che essere così. Delle altre, ovviamente, non si disdegna nulla.Come si potrebbe?
    buona giornata
    Carlo

  4. Si può dire Brianzola, vale come regione? E perchè la lombardia è grande ed i cibi sono molto differenti. Io non immagino nemmeno un mondo senza cassoela. ;-)

  5. marco scrive:

    tommaso credo che ogni regione abbia le sue belle potenzialità…difficile decidere…se propio devo decidere adoro quella umbra e toscana…le vedo complete e spaziano tra un bel ventaglio di scelta

  6. Corrado il Primo scrive:

    Da autentico puttanone del gusto non rinuncio a nessuna dall’Alto Adige alla Sicilia, se ne devo dire solo una quella Piemontese, a me sembra ingiustamente poco considerata (sarà la bagna cauda che “spussa”!)

  7. Francesco Annibali scrive:

    Piemontese, poi mantovana

  8. irene scrive:

    Se proprio prorpio bisogna scegliere (si può scegliere tra la bottarga, la burrata e il tartufo?), direi la campana (in loco, però…).
    Perché?
    Per i profumi delle materie prime, dal pomodoro al limone; per la varietà (dalle alici di cetara alla scarola imbottita passando per la bufala e gli scialatielli); per il sublime nella semplicità (cosa sono, infondo, una margherita, una pezzogna all’acqua pazza o un fritto di paranza?); per la capacità di far “consuonare” gusti diversi come il dolce delle uvette con il salato delle acciughe.

    Per fortuna non si deve scegliere!
    Speriamo almeno di essere utili all’indagine statistica del nostro blogger.

  9. Gaia scrive:

    Troppo difficile scegliere!

  10. Lino - c. scrive:

    Ciao Tommaso,
    Una bella lotta,è per me tra Piemonte e,Toscana che considero quest’ultima, più completa avendo
    il grande contributo di Olio e Pesce. Comunque
    forse anche per frequentazione,decido Piemonte.

  11. Giulia scrive:

    Quella ligure è commovente, per me.

  12. cucina etnica scrive:

    Io direi… indiana! (sono di origini)

  13. irene scrive:

    certo che l’emiliana?!!

  14. nik scrive:

    Bel blog… un altro bel blog di informazione alternativa è http://limpopolare.blogspot.com/ . Se avete tempo e voglia, vi consiglio di farci un giro! Ne vale la pena.

  15. sergio scrive:

    Carissimo Tommaso,

    Il dilemma irrisolvibile, si può risolvere semplicemente contando gli abitanti di ogni regione, città, paese; quelli autoctoni ovviamente. Ognuno di loro ti propporà la propria. Esiste la limgua madre, così potremo immaginarci una cucina madre che imprinta le papille gustative fin dai primi giorni della nostra vita (scrivici un articolo).
    Per quanto mi riguarda amo la cucina tradizionale di qualsiasi regione italiana, ma se dovessi sceglierne una sola, non avrei nessun dubbio. Piemonte (la culla di tutte le cucine).

    Ciao

    sergio

  16. Gigio scrive:

    Certamente quella lucana: fusilli al ferretto, peperoni di Senise, salumi pazzeschi (anche di suino nero autoctono, una sottospecie del suino apulo-calabrese), soprattutto sopressata, pezzente, capocollo. E che dire dei formaggi (pecorino di Filiano, Forenza, Moliterno, caciocavalli vari, caprini), olio, arance, pesce a Maratea e Policoro, agnellone delle Dolomiti Lucane, olio, persino arance nel materano. Mi trovate una regione piú completa. Consigliatissimo il sito gustolucano: sono 3 anni che mi rende meno nostalgico. Anche saporideisassi promette bene, anche se non ancora provato…

  17. melampo scrive:

    La cucina lombarda,amo la cucina tradizionale:la cazzuola,risotto giallo,coniglio in salmì,mondeghini,pizzoccheri,gorgonzola dolce,ecc…ecc….

  18. Daniela scrive:

    Io sono veneta ed apprezzo molto la cucina veneta, i piatti della tradizione, come l’oca sott’olio, le sarde in saor, e il mitico poastro in tecia.

  19. Ciro "Al Raiss" scrive:

    Caro Tommaso,

    ho riflettuto parecchio prima di rispondere (la cucina per me è una “cosa seria”…)e posso affermare senza alcun dubbio che la mia Cucina preferita è quella Campana. Ovviamente non mi riferisco ai piatti internazionalmente conosciuti (ed abusati) della mia tradizione culinaria, quali la Pizza, il Ragù (o’Rraù) o la Mozzarella di Bufala, ma a piatti e/o prodotti, praticamente sconosciuti anche alla maggior parte dei miei conterranei.

    Come si può restare indifferenti davanti al profumo di un Tartufo di Bagnoli Irpino? Con quale fatica, poi, si riescono a trattenere le lacrime dopo un sorso di Nanassino!
    E l’amore che è il vero condimento del Ragù? Scegliere la carne, soffriggere la cipolla e vegliarlo per otto lunghe ore, affinchè una volta in tavola, possa far splendere il sole anche in una giornata di pioggia…o sentire il sapore dell’estate con poche gocce di Colatura di Alici…

    Per questo e per tanti altri piatti e prodotti, ribadisco che la mia cucina preferita.

    Ovviamente, dopo pasti del genere…si fuma Toscano!

  20. Mauro scrive:

    temo questo blog sia inattivo da molto

  21. Johnny Fisher scrive:

    Centro Italia!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>